Produttori
Carrello
0 articoli
social network
Prodotti in vetrina

Il Contratto di Trasporto

IL CONTRATTO DI TRASPORTO


Technoesmoke ti informa sulla normativa che regola le spedizioni dei prodotti acquistati, tramite vettori.

Technoesmoke utilizza come vettori DHL e SDA.


Inquadramento Legale

 

L'articolo 1678 spiega che "col Contratto di trasporto il vettore si obbliga, verso corrispettivo, a trasferire persone o cose da un luogo all'altro”.

L'articolo 1684 " Lettera di vettura e ricevuta di carico" è il documento con cui il mittente sottoscrive un contratto di trasporto con il vettore. Il vettore stesso sottoscrive a sua volta la lettera di vettura e dal quel momento prende in custodia la merce del destinatario.

 

Contratto di Trasporto

 

Il contratto di trasporto è, anzitutto un contratto d'opera, nel quale il vettore che effettua il trasporto, si impegna a portare della merce da un luogo all'altro, ricevendo la merce in custodia, assumendosi quindi i rischi di perimento della stessa e ne è responsabile legalmente.

Technoesmoke nel momento in cui affida al vettore i prodotti che avete acquistato, passa la custodia della merce al vettore stesso, il quale da quel momento fino alla fine del trasporto e la consegna al vostro indirizzo ne diventa il custode e il responsabile legalmente.

 

Il Vettore

 

Il vettore è responsabile della perdita e dell'avaria delle cose consegnategli per il trasporto, dal momento in cui le riceve a quello in cui le riconsegna al destinatario, se non prova che la perdita o l'avaria è derivata da caso fortuito, dalla natura o dai vizi delle cose stesse o dal loro imballaggio, o dal fatto del mittente o da quello del destinatario”.

 

Il vettore quindi  da quando prende in consegna i vostri prodotti,  diventa il custode delle merci ricevute e poche sono le eventualità che lo manlevano da perdita ed avaria delle stesse.

 

Il vettore deve riconsegnare al destinatario le cose assegnategli in stato sano entro un determinato termine di resa (art. 1678 e segg. del Codice civile), che ormalmente va dalle 24 alle 48 ore.

In pratica quindi il vettore deve operare delle azioni che diano un determinato risultato (da qui contratto d'opera).

 

L'affidamento di un trasporto è necessario che derivi da un atto scritto (la LETTERA DI VETTURA) per poter automaticamente ricevere la tutela del Legislatore e in caso di problemi poter essere impugnato di fronte all'Autorità giudicante.
La lettera di vettura è l'incarico affidato ad un trasportatore, e deve sempre riportare dove è ritirata la merce, dove deve arrivare e l'eventuale corrispettivo ed ogni necessaria istruzione accessoria, ad es. la natura della merce, assicurazione della merce.

La mancanza di istruzioni necessarie all'espletamento del trasporto, libera infatti il Vettore dalle responsabilità in caso di perimento totale o parziale della merce.

 

Se “il vettore accetta le cose da trasportare senza riserve, si presume che le cose stesse non presentino vizi apparenti di imballaggio”(art. 1693 CC).

 

Elementi necessari nel Contratto di Trasporto

 

Quali sono allora gli elementi che la Legge ritiene essenziali nel contratto di trasporto?

1) Il nome e sede del vettore e del committente e, se diverso, del caricatore.

2) Il numero d'iscrizione del vettore all'Albo nazionale degli autotrasportatori di cose per conto di terzi.

3) la tipologia e la quantità della merce oggetto del trasporto, nel rispetto delle indicazioni contenute nella carta di circolazione dei veicoli adibiti al trasporto stesso.

4) il corrispettivo del servizio di trasporto e le modalità di pagamento.

5) i luoghi di presa in consegna della merce da parte del vettore e di riconsegna al destinatario.

 

Elementi eventuali, sono i termini temporali entro cui la merce deve pervenire al destinatario, istruzioni aggiuntive del committente o del caricatore.

In mancanza di un solo elemento essenziale il contratto si presume NON in forma scritta, ma in forma verbale, pur essendo cartaceo.

 

Ricevimento senza riserve

 

Per questo la nostra normativa prescrive che “il ricevimento senza riserve delle cose trasportate con il pagamento di quanto è documento al vettore estingue le azioni derivanti dal contratto, tranne il caso di dolo o colpa grave del vettore” (art,1698 CC).

 

Sono proprio questi due casi, vale a dire dolo e colpa grave, che sono di difficile dimostrazione.

 

Nello stesso modo, sono fatte salve “le azioni di perdita parziale o per avaria non riconoscibili al momento della riconsegna purché in quest'ultimo caso il danno sia denunziato appena conosciuto e non oltre otto giorni dopo il ricevimento” , e qui deve esserci fattiva collaborazione tra destinatario e mittente.


Il ricevimento senza riserva si ha quando il pacco ricevuto è integro e non danneggiato.

Il destinatario è comunque tenuto a verificare la merce ricevuta in consegna entro il termine di 8 giorni, per segnalare eventuali danni o perimenti dei prodotti ricevuti.

Nel caso vi siano danni o perimenti della merce è necessario segnalare subito al vettore e anche al mittente il tipo di danno riscontrato.

In questo modo è possibile aprire una procedura nei confronti del vettore  e richiedere il rimborso del costo della merce danneggiato.


Ricevimento con riserva


Il ricevimento con riserva, viene esercitato nel momento in cui il pacco contenente la merce acquistata, presenta danni visibili come buchi, tagli, schiacciature o manomissione del nastro di chisura.

Il ricevimento con riserva, va indicato nell lettera di vettura al momento della consegna della merce quando il vettore chiede di firmare per ricevuta la merce nella lettera di vettura. Deve essere specificato nel dettaglio il tipo di danno o manomissione riscontrata.

Technoesmoke consiglia di aprire il pacco e di verificare in presenza del vettore il contenuto, in modo da aggiungere eventuali altri particolari sul danno o perimento della merce nella descrizione della riserva.


La pro-azione del Destinatario

 

Il destinatario infatti non deve solo limitarsi a constatare e lamentare il danno, ma deve assumere un atteggiamento proattivo per aiutare il mittente a verificare e capire come il danno stesso si sia potuto verificare.

 

Come nel caso della negligenza del vettore nel ritirare incautamente merce non ritirabile, così il destinatario, allorquando riceve ed accetta dal vettore una consegna evidentemente scondizionata e non esprime le sue riserve scritte sulla lettera di vettura, si assume la colpa, a quel punto difficilmente difendibile, circa il perimento della merce e non può più dimostrare l'esistenza di vizi occulti non riconoscibili al momento della riconsegna, giacché erano ben visibili, ma per suo fatto negligente li ha ignorati, ponendo il vettore nella condizione di aver effettuato una consegna senza riserve, quindi regolare.